NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Letture di oggi

11. dicembre 2019 : Mercoledì della II settimana di Avvento
S. Damaso I, Papa (38°) dal 366 al 384
Libro di Isaia 40,25-31.


"A chi potreste paragonarmi quasi che io gli sia pari?" dice il Santo.
Levate in alto i vostri occhi e guardate: chi ha creato quegli astri? Egli fa uscire in numero preciso il loro esercito e li chiama tutti per nome; per la sua onnipotenza e il vigore della sua forza non ne manca alcuno.
Perché dici, Giacobbe, e tu, Israele, ripeti: "La mia sorte è nascosta al Signore e il mio diritto è trascurato dal mio Dio?".
Non lo sai forse? Non lo hai udito? Dio eterno è il Signore, creatore di tutta la terra. Egli non si affatica né si stanca, la sua intelligenza è inscrutabile.
Egli dà forza allo stanco e moltiplica il vigore allo spossato.
Anche i giovani faticano e si stancano, gli adulti inciampano e cadono;
ma quanti sperano nel Signore riacquistano forza, mettono ali come aquile, corrono senza affannarsi, camminano senza stancarsi.

Salmi 103(102),1-2.3-4.8.10.

Benedici il Signore, anima mia,
quanto è in me benedica il suo santo nome.
Benedici il Signore, anima mia,
non dimenticare tanti suoi benefici.
Egli perdona tutte le tue colpe,
guarisce tutte le tue malattie;
salva dalla fossa la tua vita,
ti corona di grazia e di misericordia.
Buono e pietoso è il Signore,
lento all'ira e grande nell'amore.
Non ci tratta secondo i nostri peccati,
non ci ripaga secondo le nostre colpe.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 11,28-30.

In quel tempo, Gesù disse: «Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò.
Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime.
Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero».

"Venite a me, che sono mite e umile di cuore" (Mt 11,28-29)
Esichio il Sinaita, detto di Batos - a volte assimilato a Esichio presbitero di Gerusalemme - (V sec.?), monaco

Capitoli su "La sobrietà e la vigilanza" n. 83, 84, 92, 190

E' proprio della stella avere una luce tutto intorno. E' dell'uomo che venera e teme Dio la semplicità e l'umiltà. Poiché non c'è altro segno che faccia conoscere e vedere i discepoli di Cristo se non il sentimento umile e l'esteriorità semplice. E' ciò che non smettono di proclamare i quattro Vangeli.

Chi non vive così, cioè umilmente, perde la parte di Colui che ha umiliato se stesso fino alla croce e alla morte (cfr Fil 2,8), lui che ha dato e attuato la legge dei divini Vangeli. E' scritto: "O voi tutti assetati venite all'acqua" (Is 55,1). Voi che siete assetati di Dio , venite alla purezza della riflessione. Tuttavia chi, per mezzo di essa, vola alto, deve anche guardare verso la terra della sua semplicità. Poiché nessuno è più elevato dell'umile. Come tutto è oscuro e tenebroso quando manca la luce, così quando manca l'umiltà tutto quanto ci sforziamo di fare per conformarci a Dio è vano e inutile. (...) L'anima colma di doni e di dolcezza da Gesù risponde al Donatore con l'azione di grazie nell'esultanza e nell'amore. Ringrazia e chiama con gioia Colui che le dà pace. Lo vede con l'intelligenza dissipare dentro di sé le tentazioni degli spiriti cattivi. (...)

Aggrappiamoci quindi alla preghiera e all'umiltà, a queste due cose che, con la sobrietà e la vigilanza, ci armano contro i demoni come se avessimo una spada di fuoco. Poiché se viviamo così ci sarà possibile fare di ogni giorno e di ogni ora, nel mistero, nella gioia, una festa del cuore. (...) Il Signore ha detto: "Imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime" Mt 11,29).

Fonte: Vangelo del Giorno

 


 

Anno Liturgico

 

Bollettino settimanale

NewsletterLogoRicevi nella tua casella di posta ogni venerdì/sabato le attività, gli orari e le intenzioni delle messe della settimana successiva.

Santo di oggi

Area riservata

Accedi Registrati

Google Translate

itzh-TWenfrdeptrues

Donazioni239x100

Condividi su:

FacebookTwitterDeliciousStumbleuponReddit