La riconciliazione con Dio e con i fratelli al tempo del coronavirus

confessionale vuoto

Normalmente la Pasqua è l’occasione raccomandata di celebrare il Sacramento della Riconciliazione.

Come indicato dalla Penitenzieria Apostolica si ricorda che in caso di estrema necessità l’atto di dolore perfetto (sincera e profonda richiesta di perdono), accompagnato dal desiderio e l’intenzione di ricevere il sacramento della Penitenza quando sarà possibile, ottiene il perdono dei peccati anche gravi.

Per i peccati veniali la Chiesa riconosce anche altre forme per la riconciliazione come il compiere un gesto di carità (opere di misericordia spirituali e corporali) o di elemosina o un atto di penitenza.

Sarà resa disponibile nel sito della parrocchia una scheda che aiuterà a vivere l’atto di contrizione, sia per gli adulti che per i ragazzi e i giovani.

Al ritorno della normalità come comunità vivremo occasioni e possibilità di accostarci al Sacramento della Penitenza per la confessione personale.

 

 

Notizie dal Vaticano

Area riservata

Accedi Registrati

Google Translate

itzh-TWenfrdeptrues

Donazioni239x100

Condividi su:

FacebookTwitterDeliciousStumbleuponReddit
Usiamo cookie

Sul nostro sito Web usiamo solo cookie 'tecnici' utili per il suo funzionamento, non usiamo cookie di tracciamento.

Se decidi di non consentirne l'uso, potresti non riuscire a usufruire di tutte le funzionalità del sito.