Luoghi di culto

 

 

Casa Natale e Museo San Pio X

Casa Natale nel 2016Foto Silvano ZamprognaLa "casetta", come viene popolarmente chiamata, è rimasta ferma nel tempo. Le suppellettili e i mobili sono originali, disposti in modo da ricreare il piccolo mondo di paese rurale in cui il futuro santo pontefice visse i primi anni della sua intensa vita.

Donata da Maria Sarto (1846-1930), sorella di Pio X, al Comune di Riese nel 1926, conserva suppellettili domestiche della famiglia Sarto.

Sul lato sud il Museo di S. Pio X, costruito nel 1935 in occasione del centenario della nascita del santo, conserva numerosi suoi cimeli, il primo nucleo dei quali fu donato al Comune di Riese dal rag. Giuseppe Parolin (1898-1979) nel 1932.


Orari apertura Casa natale e Museo:

  • Lunedì: chiuso
  • Da Martedì a Venerdì: 9:30-12:30, pomeriggio aperto su prenotazione (via email, oppure contattando negli orari di apertura il numero 338-2354439 o 333-3431578)
  • Sabato e domenica: 9:30-12:30 e 14:30-17:30 (15-18 da Pasqua a Settembre)

Si ricorda che non c’è biglietto di entrata e, per chi desidera, in Casa c’è una cassetta per le offerte che vanno a sostenere l’opera di manutenzione della Casa e del Museo. È disponibile la visita guidata da parte di chi tiene aperta la Casa e da volontari delle nostre parrocchie che si mettono per questo a disposizione.

 

 

Il 17 maggio 2020, il Comune di Riese Pio X comunica:

Si informa che da martedì 19 maggio 2020 sarà di nuovo possibile visitare la casa natale di S. Pio X e l'annesso museo, con l'orario consueto (vedi sopra). In questo tempo di 'ripartenza' siamo felici di poter tornare a godere di un luogo tanto caro alla nostra comunità e lo faremo nel rispetto delle misure di sicurezza previste dalla legge, a tutela della salute di tutti noi. Pertanto:

  • L'accesso sarà consentito solo se muniti di apposita mascherina e guanti.
  • Gli ingressi saranno numericamente regolamentati dai volontari, per garantire una presenza contemporanea massima di 5 persone in casa e 5 in museo.
  • Sono previsti due accessi diversificati per l'entrata e l'uscita.
  • I volontari, per garantire il regolare afflusso, si fermeranno al piano terra e forniranno le informazioni richieste.
  • Ogni stanza verrà fornita di materiale guida su supporto fisso, non asportabile.
  • A disposizione dei visitatori: gel mani igienizzante.
  • Si garantisce l’igienizzazione dei locali.

Questi semplici accorgimenti ci permetteranno di ritornare con serenità per una visita o una preghiera nella nostra cara casetta. Un grazie a tutti i volontari e a coloro che, anche in questo tempo, si dedicano alla cura dei locali e del giardino! Vi aspettiamo!

 


Varie immagini della casa:

... e del museo:

Foto: Silvano Zamprogna e Gianni Desti

Chiesa Parrocchiale di San Matteo

Chiesa Parrocchiale Riese Pio XFoto: Silvano ZamprognaFu edificata nel secolo 18° su progettazione dell'architetto padovano Andrea Zorzi che in Riese aveva estese proprietà.

Battistero.jpgIl battistero della Chiesa Parrocchiale dove fu battezzato Giuseppe Sarto il 3/6/1835 (foto: Silvano Zamprogna).Conserva dipinti dei secoli 16°-18°, fra cui una pregevole Annunciazione di Jacopo Palma il Giovane (nelle foto sotto).

Qui fu battezzato Pio X.

Nell'abside è presente l'Arca che ne conservò il corpo nelle Grotte Vaticane fino a quando fu trasferito sotto l'altare della Presentazione nella Basilica di San Pietro a Roma dove riposa.

Inaugurazione delle 3 statue sopra la Chiesa nel 1905Inaugurazione delle 3 statue sopra la Chiesa nel 1905 (clicca per ingrandire)Insieme all'Arca, oggetti liturgici legati alla memoria di Pio X, come il calice con cui celebrò qui la sua prima messa.

Usciti dalla chiesa, sulla sinistra, la casa natale del Card. Jacopo Monico, Patriarca di Venezia nel 1827, che permise al giovane Giuseppe Sarto di frequentare gratuitamente il seminario di Padova.

Orari di apertura: tutti i giorni, indicativamente dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 19 (Le visite sono sospese durante le funzioni religiose).

 

Clicca per una descrizione più dettagliata della Chiesa Parrocchiale.

 

Le opere d'arte della Chiesa Parrocchiale:

Foto: Silvano Zamprogna

Santuario della Madonna delle Cendrole

Santuario delle CendroleFoto: Silvano ZamprognaE' la chiesa più antica del circondario. Sorge nella campagna ad ovest di Riese e si presenta ora nella veste settecentesca voluta dall'architetto Ottavio Scotti.

Statua lignea della Madonna delle CendroleStatua lignea della Madonna nel santuario delle Cendrole (foto: Silvano Zamprogna) clicca per ingrandireLa Madonna vi viene onorata ed invocata da tempi immemorabili ed è possibile che adombri una originaria sovrapposizione al culto della pagana Diana.

La leggenda la vuole edificata in seguito all'apparizione di Maria ad una pastorella minacciata dai lupi fra i resti di un bosco incendiato.

Dopo averla salvata dal pericolo, la Vergine avrebbe indicato alla fanciulla la pianta della futura chiesa tracciandola sul terreno con le ceneri del bosco.

Il tempio ospita dipinti dei secoli 16°-20° fra cui una Sant'Eurosia di Noè Bordignon.

Fra la chiesa e il campanile si trovano i resti della lapide di Lucio Vilonio, quattuorviro del municipium asolano, recuperata dall'edificio precedente in cui era stata usata come materiale di recupero.

Interno Santuario CendroleFoto: Silvano Zamprogna

All'interno un piccolo ma interessante Museo di oggetti di carattere devozionale.
Orari di apertura: tutti i giorni, indicativamente dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Il Santuario è stato dichiarato Chiesa Giubilare 2016 dal 12 Febbraio al 21 Agosto 2016.

Clicca per una descrizione più dettagliata del Santuario.

 

 

Le opere d'arte del Santuario delle Cendrole:

Foto: Silvano Zamprogna

Cappella Casa Accoglienza Margherita

Cappella Casa Accoglienza

Urna funeraria iniziale di Pio X

E' l'urna dove è stato posto il corpo di Pio X dopo la morte. Dopo la canonizzazione è stata portata a Riese Pio X e posizionata dietro l'altare maggiore della Chiesa Parrocchiale.Tomba di Pio X a RieseFoto: Silvano Zamprogna

 

Museo San Pio X nella Chiesa Parrocchiale

E' al primo piano della sacrestia Sud della Chiesa Parrocchiale. Concordare con la parrocchia per eventuali visite.

 

 

Museo Arredi Liturgici antichi

E' al primo piano della sacrestia Nord della Chiesa Parrocchiale. Concordare con la parrocchia per eventuali visite.

 

 

 

Monumenti

MonumentoSpagnolo SZamprogna 800x535Fot: Silvano Zamprogna

Monumento spagnolo a Pio X - lato posterioreFelix Granda o monumento spagnolo (foto davanti e dietro)
Posto di fronte all'asilo, sorge il monumento regalato dai cattolici spagnoli, costruito nel 1935.

 

 

Giuseppe Sarto ragazzoFoto: Silvano Zamprogna

Monumento a Giuseppe Sarto ragazzo
Posto su una aiuola nel centro del bivio per Riese/Montebelluna di Vallà.

 

 

MonumentoPioX_SZamprogna_400x600.jpgFoto: Silvano Zamprogna

Monumento a San Pio X, posto di fronte alla Casa Natale.

 

 

Statua Pio X donata da BuranoFoto: Silvano Zamprogna

Statua bronzea di San Pio X, del peso di 240 kg e un’altezza di 210 cm, posta il 6 aprile 2014 in viale Monte Grappa, nella circonvallazione a nord di Riese, simbolicamente alle porte del paese. Un’immagine imponente e suggestiva che coglie subito il passante, inducendolo alla riflessione. Veste in abiti pontificali, l’atteggiamento è benedicente, con sguardo rivolto ai luoghi che portava nel cuore: il Santuario delle Cendrole e il Monte Grappa.
Quest’opera ha una storia: è stata realizzata in Thailandia con destinazione Burano e da qui indirizzata a titolo di offerta devozionale al paese di Riese dal benefattore buranese, ora defunto, Gianmario Tagliapietra.
L’inaugurazione è avvenuta all’interno di una giornata tutta dedicata all’emigrazione trevisana e veneta. Settore nel tempo pressoché totalmente abbandonato a se stesso e con neanche un prete al seguito: fino all’intervento del Papa riesino che diede il via alla provvida istituzione dell’Ordine scalabriniano. Lo scoprimento della statua è avvenuto con il contorno di una cinquantina di labari biancocelesti di corrispettive sezioni di “Trevisani nel Mondo”. Dopo l’inaugurazione il corteo, preceduto dalla Banda del paese, ha poi condotto alla chiesa dove il parroco, mons.Giorgio Piva ha presieduto la messa, concelebrata da mons. Canuto Toso fondatore della Trevisani, da padre Giovanni Contarin, missionario in Thailandia, e da don Adolfo Giacomelli. (Testo: Riccardo Masini / Vita del Popolo)

 

Curiotto e Cappella funeraria

Sentiero del CuriottoFoto: Silvano Zamprogna

Sentiero del Curiotto.
Superata la rotonda adiacente al Cimitero, si incontra sulla destra l'ingresso al sentiero del Curiotto che conduce, attraverso un percorso immerso nel verde, al Santuario delle Cendrole. Era usato abitualmente dal giovane Giuseppe Sarto per recarsi al Santuario.

Cappella funeraria famiglia Sarto in cimiteroFoto: Silvano Zamprogna

Cappella funeraria famiglia Sarto in cimitero.
A circa 1km dalla casa natale di Pio X, verso Spineda, nel Cimitero di Riese Pio X c'è la tomba della famiglia Sarto. Qui furono sepolti i genitori di Pio X (della mamma Margherita si conserva la lapide originale dettata dallo stesso Pio X) e le sue sorelle.

 

Capitelli

 Fonte: Lino Fornaini/Panoramio

 

Pellegrinaggi ai luoghi di San Pio X

****** 2023 ******

Mercoledì 8/2: Gruppo Mater Boni Consilii di Torino

 

 

 

 

Mappa statica semplificata dei principali luoghi di culto di San Pio X (clicca per scaricarla in formato .pdf).

Mappa statica luoghi di culto di San Pio X

 

I luoghi di culto della parrocchia San Matteo

From Address: To:

Area riservata

Accedi

Google Translate

itenfrdeplptrues

Aiuta la tua parrocchia

Donazioni239x100

Condividi su:

FacebookTwitterDeliciousStumbleuponReddit
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.