Perché San Pio X è chiamato 'Papa dell'Eucaristia'

San Pio X è altamente stimato per la sua promozione dell'Eucaristia, in particolare per l'accoglienza della Santa Comunione da parte dei bambini.

Clonmel SS Peter and Paul Church East Aisle Window 10 Saint Pius X Detail EucharistSan Pio X e l'eucarestia ai ragazzi, in una vetrata della chiesa dei Santi Pietro e Paolo a Clonmel (Irlanda)

San Pio X, papa dal 1903 al 1914, fu un forte sostenitore della Santa Comunione, incoraggiando tutti i fedeli a ricevere l'Eucaristia con la massima frequenza possibile.

La santa comunione è la strada più breve e sicura per il paradiso. - San Pio x


In particolare, ha scritto nel suo decreto Quam Singulari che tutti dovrebbero ricevere la Santa Comunione più spesso, anche ogni giorno, se possibile.


All'epoca, i cattolici erano abituati a ricevere la Santa Comunione solo una volta all'anno. Pochissimi ricevevano la Santa Comunione su base settimanale e in genere solo i sacerdoti la ricevevano ogni giorno. San Pio X desiderava correggere questa pratica di astensione.

Il Consiglio di Trento, infatti, insegna diversamente quando chiama l'Eucaristia, 'un antidoto per cui possiamo essere liberati dai difetti quotidiani ed essere conservati dai peccati mortali'. Questa dottrina è stata enfatizzata fortemente non molto tempo fa da un decreto della Sacra Congregazione del Consiglio del 20 dicembre 1905. Ha dichiarato che l'approccio quotidiano alla comunione è aperto a tutti, vecchi e giovani, e sono richieste solo due condizioni: lo stato di grazia e una giusta intenzione.


In più, San Pio X ha usato lo stesso decreto per abbassare l'età della prima comunione all'«età della ragione», che in genere è di circa sette anni, dalla solita età di circa 12 anni in vigore a quel tempo.


Rafforzando la realtà dell'innocenza e della vicinanza dei bambini a Dio, Pio X scrisse:

“Il fatto che nei tempi antichi le particole rimanenti della specie sacra fossero date persino ai lattanti sembra indicare che ora non dovrebbe essere richiesta una preparazione straordinaria ai ragazzi che sono in uno stato felice di innocenza e di purezza dell'anima e che, in mezzo ai così tanti pericoli e seduzioni di questi tempi, hanno un bisogno speciale di questo cibo celeste".


Il documento di San Pio X aprì le porte al ricevimento più frequente della santa comunione da parte di una gamma più ampia di persone e iniziò un 'risveglio' di fede attorno al beatissimo sacramento.

 

 

 


Fonte: Philip Kosloski in Aleteia (> English text) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto non impegna, nè dipende dalla Parrocchia S. Matteo di Riese Pio X. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei alla Parrocchia, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche storiche, mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

 

Area riservata

Accedi

Google Translate

itenfrdeplptrues

Aiuta la tua parrocchia

Donazioni239x100

Condividi su:

FacebookTwitterDeliciousStumbleuponReddit
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.