NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

La Madonna e Papa San Pio X

 

 

Cendrole1955Il 2 febbraio del 1904, per commemorare la ricorrenza del Giubileo della promulgazione del Dogma dell'Immacolata Concezione, Papa san Pio X pubblicò l'enciclica Ad Diem Illum, una superba ed edificante esposizione della dottrina mariana. Citiamo di seguito alcuni brani di questo splendido documento papale.

 

Venerabili fratelli, benché mezzo secolo ci separi da quell'evento (la promulgazione del Dogma dell'Immacolata Concezione), non è forse lecito sperare che, ricordando la gloria dell'Immacolata Vergine, la stessa santa gioia risuonerà anche oggi, come un'eco del passato, nelle nostre anime? Non è forse lecito sperare che le trascorse dimostrazioni di fede e amore per la venerabile Madre di Dio si ripeteranno? La devozione che abbiamo sempre avuto per la Santa Vergine, così come la Nostra profonda gratitudine per i doni che ci ha concesso, ci fa desiderare ardentemente di conseguire gli stessi risultati. Lo zelo, sempre sollecito e spontaneo, di tutti i cattolici che mostrano il loro amore e la loro venerazione per la grande Madre di Dio, è un sicuro pegno della realizzazione dei Nostri desideri.

A Cristo attraverso Maria

Venerabili fratelli, la principale ragione per cui commemoriamo il cinquantenario della proclamazione dell'Immacolata Concezione della Madre di Dio è che la celebrazione di questa ricorrenza dovrebbe suscitare un appassionato fervore nel popolo cristiano, inducendolo a restaurare ogni cosa in Cristo. Maria è la via più facile e sicura per unire tutte le persone a Cristo e per ottenere attraverso di Lui una perfetta adozione. In questo modo noi diveniamo santi e immacolati agli occhi di Dio. A Maria è stato detto: “Beata Colei che ha creduto nell'adempimento delle parole del Signore”. La promessa era che avrebbe concepito e dato alla luce il Figlio di Dio. Quindi, poiché il Figlio di Dio fatto uomo è “l'autore e perfezionatore della fede”, dobbiamo riconoscere nella Sua Santissima Madre Colei che partecipa e, per così dire, custodisce i misteri divini. Dobbiamo riconoscere che, dopo Cristo, Ella è il più nobile fondamento su cui in tutte le età è costruita la casa della fede.

Noi riceviamo Cristo attraverso Maria

Dio avrebbe certamente potuto inviarci il Redentore del genere umano e il Fondatore della Fede per un'altra via piuttosto che attraverso la Vergine Maria. Tuttavia, poiché la Divina Provvidenza ha voluto che il Dio fatto uomo dovesse giungere a noi passando per piuttosto che attraverso la Vergine Maria, che Lo ha concepito attraverso lo Spirito Santo e Lo ha portato nel Suo grembo, ora noi possiamo ricevere Cristo solo dalle mani di Maria. Per questa ragione, quasi tutte le volte che nella Sacra Scrittura si annuncia la grazia destinata ad apparire tra di noi, il Redentore dell'umanità è associato a Sua Madre … Adamo non vide forse Maria che schiacciava la testa del serpente, e per questo si asciugò le lacrime che la maledizione aveva fatto nascere nei suoi occhi ? … Noè … Abramo … Giacobbe … contemplarono tutti Maria. Seconda solo a Cristo, Maria è considerata l'immagine e la verità delle profezie.

Maria è la nostra Maestra di Cristo

E' stata soprattutto la Vergine ad aprire la strada che conduce alla conoscenza di Cristo. Preferita a tutti, Ella sola fu unita a Gesù per trenta anni nell'intimità della vita domestica. Chi più di Sua Madre poteva penetrare i meravigliosi misteri di Cristo … ma anche condividere i Suoi pensieri e i Suoi segreti più intimi ? E' quindi lecito dire che Ella ha effettivamente vissuto la vita di Suo Figlio. Nessuno poteva conoscere Cristo più profondamente di Lei. Nessuno può essere una guida e un maestro più esperto nella conoscenza di Cristo.

Maria è la madre del Corpo fisico di Cristo

In quanto Madre di Cristo, Maria non è forse anche la Madre di tutti noi ? Tutti dobbiamo credere senza esitare che Gesù, la Parola fatta Carne, è anche il Salvatore del genere umano … Quindi è proprio nel grembo della Sua castissima Madre che Cristo ha assunto un corpo umano e, nello stesso tempo, ha unito a Se Stesso il corpo spirituale formato da coloro “che devono credere in Lui”.

Maria è la Madre del Corpo mistico di Cristo

E' quindi lecito affermare che, con il Salvatore, Maria ha portato nel Suo grembo tutti coloro la cui vita è contenuta in quella del Salvatore. E' per questo che, dal punto di vista spirituale e mistico, noi siamo chiamati figli di Maria ed Ella è la nostra Madre …

Gli sforzi di Maria per raggiungere l'unione

Poiché la Santissima Vergine è allo stesso tempo la Madre di Dio e la Madre degli uomini, Ella certamente non si risparmia nel far sì che Cristo che “è anche il capo del corpo, cioè della Chiesa”, riversi i suoi doni tra noi, i suoi membri, e primo tra tutti, quello di poter conoscere e “vivere attraverso di Lui”, “Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore”.

Maria è coautrice della nostra Redenzione

Inoltre, alla Santissima Madre di Dio spetta l'onore di “aver fornito la sostanza della Sua carne al Figlio unigenito di Dio, che doveva nascere tra gli uomini”, e nella sua carne si è formata la Vittima destinata a salvare l'umanità … Le è stato affidato il compito di allevare e nutrire questa Vittima … di offrirla sull'altare. Infine, quando è giunta l'ultima ora del Figlio, “stava presso la Croce di Gesù sua Madre”. Ella non era semplicemente occupata a contemplare il crudele spettacolo. Si rallegrava che “il Suo Figlio unigenito fosse offerto come vittima per la salvezza del genere umano. Partecipava tanto al suo dolore che, se fosse stato possibile, avrebbe condiviso più che volentieri tutti i Suoi tormenti.”

Per aver condiviso la sofferenza e gli intenti di Cristo “nel modo più nobile Maria ha meritato di divenire la Riparatrice del mondo caduto”. Di conseguenza, Ella è la dispensatrice di tutti i doni che Gesù ha ottenuto per noi con la Sua morte e con il Suo sangue. 

Maria, dispensatrice dei doni di Cristo

Non possiamo negare che il compito di distribuire questi doni spetta per legittimo diritto a Cristo. Essi sono il risultato che Egli solo ha ottenuto per noi con la Sua morte. Egli è per suo merito il Mediatore tra Dio e gli uomini. Tuttavia, la condivisione della sofferenza e della pena tra la Madre e il Figlio (che abbiamo già descritto) ha portato la venerabile Vergine a essere “con il Suo Figlio unigenito la più potente Mediatrice e Conciliatrice di tutto il mondo”. Cristo quindi è la fonte … “dal quale tutto il corpo … riceve forza per crescere in modo da edificare se stesso nella carità”. Tuttavia, come osserva giustamente san Bernardo, Ella “è la via.”… Ciò dovrebbe essere sufficiente a chiarire che Noi siamo certamente ben lungi dall'attribuire alla Vergine il potere di generare la grazia sovrannaturale. Solo Dio può farlo. Tuttavia, per la Sua santità e per il grado della Sua unione con Cristo, Ella supera ogni altra creatura. E' stata scelta da Cristo come coautrice dell'opera di redenzione dell'umanità. Ha quindi meritato per noi congruamente (de congruo), per così dire, ciò che Cristo ha meritato per noi esemplarmente (de condigno) … E' il più sicuro rifugio e il più fedele aiuto di tutti coloro che sono in pericolo. Sotto la Sua guida, il Suo patronato, la Sua amorevolezza e la Sua protezione non si deve temere né abbandonare nulla.

Maria è inseparabile da Suo Figlio

Dove trovare un maggiore e più fidato aiuto per giungere alla conoscenza e all'amore di Cristo? Le miserabili condizioni di coloro che, a causa di diaboliche seduzioni o di false opinioni, rifiutano sdegnosamente l'aiuto della Vergine, sono una clamorosa prova di questa verità. Essi sono miserabili e infelici. Con il pretesto di onorare Cristo, queste persone trascurano Maria. Non hanno capito che il Figlio si può trovare solo nella Madre.

I figli di Maria devono essere santi

Dal momento che detesta il peccato, Dio ha voluto che la futura Madre di Suo Figlio non fosse in alcun modo soggetta a nessun genere di macchia. Non solo, Egli ha voluto preservarla dalla colpa ereditaria che macchia tutti i figli di Adamo. Chiunque desideri sinceramente conquistare la benevolenza di Maria con la sua devozione deve quindi emendare i suoi costumi peccaminosi e corrotti e controllare le passioni che lo guidano verso ciò che è proibito.

Maria riproduce Cristo in noi

Inoltre, se si desidera (e tutti dobbiamo desiderarlo) rendere la propria devozione a Maria degna e in ogni aspetto perfetta, si dovrà avanzare tentando di imitare il Suo esempio. Secondo la legge di Dio, chiunque desideri raggiungere la felicità eterna deve riprodurre nella sua vita l'immagine della pazienza e della santità di Cristo … La nostra debolezza, tuttavia, può facilmente indurci a temere la Sua esemplare Maestà. La Divina Provvidenza, quindi, ha voluto offrirci un altro modello, la Madre di Dio, che è più vicina alla nostra debolezza e, allo stesso tempo, è la più perfetta riproduzione dell'immagine di Cristo che si possa trovare nella natura umana.

Maria, la guida degli erranti

Desideriamo ardentemente che tutti coloro che nel mondo rispondono al nome di cristiani siano attratti dall'amore per la Vergine, in questo periodo in cui onoriamo la Madre di Dio nel modo più solenne. La persecuzione di Cristo e della santissima religione che Egli ha fondato oggi infierisce aspramente e ferocemente. In questo momento, quindi, vi è il serio pericolo che molti siano ingannati da un così grande numero di errori e abbandonino la fede. “Quindi, chi crede di stare in piedi, guardi di non cadere”. Ma più ancora, chiediamo tutti umilmente a Dio, attraverso l'intercessione della Madre di Dio, che coloro che si sono allontanati dalla via della verità possano pentirsi … La Chiesa sarà sempre attaccata, “è necessario infatti che avvengano divisioni tra voi, perché si manifestino quelli che sono i veri credenti in mezzo a voi”. Tuttavia, la Vergine ci aiuterà sempre anche nelle più dure prove; continuerà sempre la lotta che ha ingaggiato sin dalla Sua concezione. Ogni giorno quindi possiamo dire: “Oggi Ella ha schiacciato la testa dell'antico serpente”.

 

 

 


Fonte: Corsia dei Servi

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto non impegna, nè dipende dalla Parrocchia S. Matteo di Riese Pio X. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei alla Parrocchia, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche storiche, mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

 

Hanno detto di Lui

Area riservata

Accedi Registrati

Google Translate

itzh-TWenfrdeptrues

Donazioni239x100

Condividi su:

FacebookTwitterDeliciousStumbleuponReddit