Quando si dice risolutezza

La fermezza evangelica di Pio X si denota da questi due episodi:

Un giorno il vescovo Sarto scrisse ad un parroco una lettera che era un 'vero capolavoro di carità pastorale', per dirgli che era tempo di pensare seriamente alla propria coscienza e di rinunciare alla parrocchia. La lettera non ebbe l'effetto che si pensava, ma non corse molto tempo che una sentenza venuta da Roma, costringeva quel sacerdote ad abbandonare la parrocchia. Per inframmettenza e protezioni, non si sa di qual colore, era corsa voce che quel parroco sarebbe stato nominato Canonico della cattedrale di Mantova. "Lo si faccia pure canonico, rispose imperturbabile il Vescovo Sarto, ma finché io sarò vescovo di Mantova non metterà piede nella mia Cattedrale!". L'avviso fu inteso ed ogni indebita inframmettenza finì immediatamente.

 

Si doveva dirimere una grave questione, che da lungo tempo si dibatteva fra il Governo italiano e la Santa Sede. Il Presidente del Consiglio dei Ministri ebbe la infelicissima idea di far sapere al Papa che egli avrebbe risolto con onore la questione, se fosse stato nominato Vescovo il parroco del suo paese. A questo proposta, il Santo Padre, che non voleva saperne di 'mezze misure' con un gesto energico e risoluto, rispose: "Si dica all'onor. Presidente che i vescovati io non li vendo!"

 

Fonte: Ignis Ardens agosto 1955

Area riservata

Accedi

Google Translate

itenfrdeplptrues

Aiuta la tua parrocchia

Donazioni239x100

Condividi su:

FacebookTwitterDeliciousStumbleuponReddit
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.