NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

La legge 5 dicembre 1877

Mons. Sarto a Treviso ebbe modo di conoscere un signore, che pareva vivere di rendita in seno alla sua famigliola; costui invitò a casa sua Monsignore, che promise di andarci. Ma intanto si venne a sapere che quel signore viveva in concubinato con la madre dei suoi figlioli, pieno di debiti più della lepre, tanto che era già iniziato il procedimento per la sua cattura.

Quand'ecco, il 5 dicembre 1877, si pubblica la legge che abolisce la privazione della libertà personale per i debitori insolventi. Si immagini ognuno la gioia del messere. "Eh! ma l'obbligazione permane lo stesso e bisogna pagare" qualcuno osservò. Ond'ei: "Che importa di obbligazioni? Non si va più in prigione per debiti".

Dopo qualche giorno incontrò Mons. Sarto, che nel frattempo, aveva avuto notizia della risposta e di ogni altra cosa.

"Monsignore", gli esclamò messer 'Faccia di Bronzo', "Ella mi promise di venire in casa mia; ogni promessa è debito: promissio boni viri obbligatio ..."

"Che importa di obbligazioni?", interruppe il futuro Pio X, andandosene, "se non si va più in prigione per debiti?"

 

Fonte: C. Parolari, Episodi originali su Pio X - Ignis Ardens dicembre 1955

Area riservata

Accedi Registrati

Google Translate

itzh-TWenfrdeptrues

Donazioni239x100

Condividi su:

FacebookTwitterDeliciousStumbleuponReddit