NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

S. Pio X e Luigi Sturzo

L’egregio signor Guido Nulli di Brescia, affezionato abbonato ad ‘Ignis Ardens’ ci fa pervenire un ritaglio di giornale, dove l’illustre e venerando Sacerdote Senatore Luigi Sturzo rievoca un proprio incontro con Pio X.

Lo trascriviamo, spiacenti di non poter conoscere di quale giornale si tratti.

“… mesi dopo ebbi occasione di essere ricevuto in privata udienza da Sua Santità Pio X, il Quale, al mio entrare ed inginocchiarmi, aperse le braccia e mi invitò così: «Venite, signor Sindaco, venite … nessuno ancora via ha scomunicato?».

“Nessuno, risposi io, e chi lo potrebbe se non Vostra Santità stessa?” “Io non vi scomunico, caro Sturzo”, disse il Papa e poi sorridendo disse a bassa voce: «guardatevi da quegli altri che vi sospettano»”.

Di questo episodio (benché ne abbia parlato con vari amici) è la prima volta che scrivo, per rilevare l’animo di Pio X, circa la Questione Romana e per notare le difficoltà dell’ambiente, che, forse, fu quello che gli impedì di realizzare Lui stesso la Conciliazione con l’Italia. LUIGI STURZO

 

 

Fonte: Ignis Ardens novembre-dicembre 1959

Area riservata

Accedi Registrati

Google Translate

itzh-TWenfrdeptrues

Donazioni239x100

Condividi su:

FacebookTwitterDeliciousStumbleuponReddit