Esercizi spirituali improvvisi

Una mattina, nell'anticamera del Vescovo Sarto, si incontravano due preti, in attesa di esser ricevuti in udienza.

"Oh, anche tu qui" disse uno all'altro. "Sì, sono stato invitato dal Vescovo, per oggi a quest'ora, ma non so perché mi abbia chiamato!". "Toh! anch'io sono stato invitato per oggi a quest'ora e non so neppure di che si tratta ... vedremo ... ma ...!".

In quel momento si apriva una porta e compariva il Vescovo. "Oh bravi", disse tutto sorridente nel vedere i due preti, "siete stati puntuali all'appuntamento. Ma ora devo uscire; usciamo insieme ed avremo il tempo di parlare dei nostri affari".

Scendono le scale, attraversano l'atrio del palazzo e salgono sopra una carrozza, che era lì, in attesa del Vescovo.
Mons. Sarto dà ordine di partire, fissando al vetturino la meta: il Convento del Santuario della Madonna delle Grazie.

L'improvviso arrivo di Sua Eccellenza alle Grazie sorprende il Superiore.

"Niente, niente", esclama il Vescovo, "si tratta di un'opera di carità. Ho qui due sacerdoti da tempo bramosi di fare un corso di esercizi spirituali; li affido a Lei, Padre!".

Benedice il Superiore e, senza aggiungere parola, ritorna in città.

 

Fonte: Ignis Ardens gennaio 1956

Area riservata

Accedi

Google Translate

itenfrdeplptrues

Aiuta la tua parrocchia

Donazioni239x100

Condividi su:

FacebookTwitterDeliciousStumbleuponReddit
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.