NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Pio o Gregorio?

Camille Bellaigue, famoso musicologo e critico musicale francese del tempo di Pio X, durante una udienza concessagli da Papa Sarto, parlando del Perosi, del Palestrina, dei Benedettini di Solesmen, uscì con questa frase: “Santo Padre, Voi avreste dovuto assumere il nome di Gregorio!”

E Pio X di rimando: “Io dover firmare Gregorio … sarebbe stato spaventevole!” (R. Bazin, Pie X, Edit. Flammarion Paris).

Spaventevole non tanto per la straordinarietà del nome, che dal 1846 non si ripeteva più nel Soglio pontificio, quanto per l’accoppiarsi al grande genio musicale di Papa Gregorio; ma infine anche Pio X ebbe l’intuito del genio musicale, come il suo lontano Predecessore!

 

 

 

Fonte: Ignis Ardens luglio-agosto 1966

Area riservata

Accedi Registrati

Google Translate

itzh-TWenfrdeptrues

Donazioni239x100

Condividi su:

FacebookTwitterDeliciousStumbleuponReddit